Le nuove tecnologie passano dal guscio della canocchia

News

Le nuove tecnologie passano dal guscio della canocchia

Le nuove tecnologie passano dal guscio della canocchia
Come riporta l’Ansa il nuovo modo di comunicare dei nuovi dispositivi sarà basato sulla luce polarizzata tecnica usata dalle canocchie.
Sembra incredibile ma le nuove tecnologie del futuro macchine fotografiche, dvd e occhiali dipenderanno dagli studi della canocchia. I ricercatori hanno scoperto che la canocchia comunica controllando le oscillazioni della luce generando dei segnali luminosi.
Ora i ricercatori dovranno riprodurre lo stesso segnale delle canocchie e applicarlo ai nuovi dispositivi tecnologici l’articolo riportato sul Scientific Reports e scoperto dall’Università inglese di Bristol.
Gli studiosi hanno scoperto il linguaggio di comunicazione delle canocchie basato sulla polarizzazione della luce e le nuove tecnologie passano dal guscio della canocchia. La polarizzazione della luce viene controllata da dei riflettori situati lungo il guscio della canocchia e formati da otto strati di vescicole cave. Sembra incredibili ma la maggior parte degli altri animali marini non può vedere questo tipo di segnali e così le conversazioni fra le canocchie di mare ‘restano segrete’ e non intercettate dai predatori. I meccanismi che permettono a questi crostacei di comunciare possono ispirare un nuovo polarizzatore, un dispositivo ottico indispensabile, per esempio, nella fotografia digitale e negli schermi a cristalli liquidi di smartphone e tablet perché permette di vedere le immagini, regolando la luce che attraversa lo schermo. ”La natura ha messo a punto soluzioni ottiche a cui noi non abbiamo ancora pensato”, ha detto Roberts.
Secondo il ricercatore ”le industrie che si occupano di tecnologie ottiche saranno interessate alla soluzione con cui questi crostacei controllano la polarizzazione della luce”.

Fonte Ansa.


  • 20 febbraio 2016
  • Posted by palo